Smettere di fumare: la guida definitiva

E’ uno tra i maggiori problemi che favoriscono il cancro, tumori, ictus, l’enfisema e molte altre malattie.

Gli effetti negativi di questa abitudine si rispecchiano sia su di te che su chi ti sta vicino nella vita quotidiana e ognuno deve trovare la propria motivazione e convinzione per riuscire a smettere.

Ecco qualche spunto per provare a liberarsi di questa terribile dipendenza.

Cosa dicono le statistiche

Secondo i dati forniti dall’Organizzazione mondiale della sanità, nel mondo il tabacco è responsabile di un maggior numero di vittime che non di quelle provocate da alcol, AIDS, droghe, incidenti stradali, omicidi e suicidi messi insieme.

Si calcola che ogni anno in tutto il mondo si potrebbero evitare circa 6 milioni di morti, solo abolendo l’uso del tabacco; in Italia si stima che le morti attribuibili al fumo vadano da 70.000 a 83.000 ogni anno e più di un quarto delle vittime del fumo hanno un’età compresa tra i 35 e i 65 anni.

Dati terribili.

Secondo i dati ISTAT del 2014, i fumatori in Italia sono 10,3 milioni, quasi il 20% della popolazione oltre i 15 anni di età. Sono invece 12,5 milioni le persone che possono fregiarsi del titolo di ex-fumatore, perché sono riuscite a smettere da almeno un anno.

Un dato positivo è comunque in Italia il calo del consumo di tabacco: rispetto al 2011, nel 2014 le vendite di sigarette si sono ridotte del 5,7%, che corrisponde a quasi due pacchetti in meno al mese acquistati da ciascun fumatore.

Da cosa è composta una sigaretta

Le sigarette sono composte da numerose sostanze chimiche e cancerogene:

Perché smettere di fumare

Bisogna trovare le giuste motivazioni per iniziare la guerra contro il fumo e ci sono diversi fattori del perché smettere:

Per la propria salute

Ovviamente per la propria salute, perché secondo l’Organizzazione mondiale della sanità il fumo di sigaretta è la più importante causa di morte evitabile nella nostra società.

Provoca la maggior parte dei casi di tumore al polmone, alla gola e inoltre aumenta il rischio di cancro al seno, alla vescica, all’intestino e ad altri organi.

I tumori di faringe e laringe, così come quelli della bocca e delle vie aeree inferiori, si sviluppano per contatto diretto con le sostanze cancerogene contenute tabacco.

Spesso e volentieri il fumo si associa spesso un abuso di alcol che si può ricondurre ai tumori al pancreas, tre volte più frequente tra i fumatori.

A provocarla sono probabilmente mutazioni del DNA, alcune delle quali già identificate, che con l’andare del tempo favoriscono lo sviluppo del cancro.

Il fumo favorisce i processi di aterosclerosi che possono portare all’infarto o all’ictus.

Compromette anche l’afflusso di sangue agli arti o ai corpi cavernosi del pene, che dilatandosi ne determinano l’erezione.

Sui polmoni favoriscono la formazione di tumori, il fumo altera inoltre il movimento delle ciglia che tengono pulite le vie aeree e favorisce la distruzione delle pareti degli alveoli polmonari in cui avviene lo scambio tra ossigeno e anidride carbonica causando l’enfisema.

Fumare favorisce l’insorgenza di patologie del cuore, dei vasi sanguigni e dei polmoni compromettendo la qualità della vita e talvolta creando situazioni di grave invalidità.

Per chi ti sta vicino

Quando una persona fuma, chi gli sta intorno è costretto a inalare tantissime sostanza chimiche tra le quali il benzene, che favorisce l’insorgenza di leucemie. L’effetto dell’insieme di queste sostanze fa sì che le persone esposte abitualmente al fumo passivo abbiano un rischio di cancro e malattie cardiache superiore alla media: si calcola infatti che i non fumatori che vivono o lavorano a fianco di un fumatore, che non si allontana quando accende la sigaretta, hanno il 25% di probabilità in più di ammalarsi di tumore al polmone o di malattie del cuore rispetto a chi non è esposto al fumo passivo.

Si calcola che 19.000 mila europei non fumatori muoiano per effetto dell’esposizione al fumo passivo, a casa o sul luogo di lavoro.

Per risparmiare

Fanno male anche al portafogli oltre che alla salute; oggi come oggi è ancora più importante pensare a quanto costi questa terribile abitudine e su quanto si risparmierebbe abbandonandola.

Per sentirsi liberi

Molte persone sono riuscite a smettere di fumare quando si sono rese conto del senso di schiavitù che il tabacco provocava in loro ansia e necessità di non rimanere mai senza o il mai essere semplicemente distratti da questo pensiero.

Per migliorare il proprio aspetto

Un fumatore si riconosce a metri di distanza: denti gialli e alito cattivo, macchie di nicotina sulle dita, pelle spenta e abiti impregnati di quel disgustoso odore.

Smettere di fumare può regalare quindi un migliore aspetto, più vivo ( Leggi anche Rughe: ecco i rimedi naturali per come eliminarle ).

Per sentirsi più accettati socialmente

Fino a qualche anno fa una forte spinta a fumare, soprattutto tra i giovani, era l’idea che il gesto di tenere la sigaretta tra le dita contribuisse a dare un’immagine di forza e sicurezza di sé.

Negli ultimi anni il diffondersi di nuovi modelli estetici, più consapevoli e salutistici, hanno invertito questo pregiudizio culturale che tende a discriminare i fumatori.

Essere liberi dalla dipendenza del tabacco consente quindi di trovarsi a proprio agio in qualunque ambiente sociale e di riuscire meglio nelle attività sportive.

Come smettere di fumare

Come si è scelto di fumare si può scegliere di smettere anche se questa scelta molto più difficile ma non impossibile.
Ci sono a disposizione di chi decide di smettere molti strumenti che un tempo non si avevano; quando si poteva contare solo sulla propria forza di volontà.

Gli strumenti per smettere di fumare

Ci sono diversi strumenti per combattere questa abitudine:

  • Centri Antifumo: Su tutto il territorio italiano sono distribuiti quasi 400 Centri antifumo che aiutano a smettere di fumare con vari strumenti: il counselling individuale, la terapia di gruppo, e la prescrizione di prodotti sostitutivi della nicotina o di farmaci per la disassuefazione
  • La forza di volontà: Anche oggi la forza di volontà è il primo strumento, indispensabile, per smettere. La nicotina produce dipendenza, ed è perciò normale fare fatica a liberarsene, così come è normale avere una ricaduta dopo un determinato periodo di astinenza dal fumo. Non scoraggiatevi e fatevi aiutare da parenti e amici, dal proprio medico o da uno dei tanti Centri antifumo disponibili in Italia.
  • Counselling: Molti studi dimostrano che il solo consiglio di smettere di fumare da parte del proprio medico fa sì che un certo numero di persone lo segua perchè più motivati. Spesso però i pazienti hanno bisogno di incontri con personale appositamente preparato a motivarli e sostenerli nella propria scelta. A volte i fumatori possono partecipare anche a gruppi di auto aiuto.
  • Cerotti e gomme da masticare: Al gusto di nicotina per alleviare l’astinenza, si consiglia di ridurre gradualmente l’introduzione di nicotina nell’organismo, attraverso prodotti sostitutivi con dosi a scalare; recentemente è stato schedato come uno tra i metodi di miglior efficacia aumentando del 50-70% le probabilità di successo di chi intende smettere di fumare.
  • Farmaci: In alcuni casi il medico, accanto al sostegno psicologico e all’aiuto comportamentale, può prescrivere antidepressivi o altri farmaci come il bupropione e la vareniclina che aiutino a superare il momento più difficile di distacco dalla sigaretta. Il bupropione è un antidepressivo che riduce i sintomi dell’astinenza da nicotina, mentre la vareniclina riduce il desiderio della sigaretta e ne attenua il piacere. Entrambi devono essere prescritti dal medico, anche perché possono avere controindicazioni e provocare effetti collaterali. Un altro farmaco antifumo recentemente entrato in commercio in Italia è la citisina, prodotto in capsule simile nel meccanismo d’azione alla vareniclina e che richiede anch’esso per l’acquisto una ricetta medica.
  • Sigarette elettroniche: Eliminano definitivamente la nicotina dal corpo e il monossido di carbonio aspirato mediante la combustione del tabacco.
  • Libri: Le librerie sono piene di manuali per smettere di fumare, seguire i metodi di chi c’è l’ha fatta e su come superare i momenti più difficili con qualche trucco.

Cosa succede quando smettiamo di fumare

Smettere di fumare porta con se delle conseguenze per lo più positive che si possono avvertire fin dai primi giorni, rinforzando la volontà di preservare il nostro cammino.

I benefici che si ottengono
  • Dopo 20 minuti:
    La pressione arteriosa e la frequenza cardiaca tornano nella norma
  • Dopo 24 ore:
    I polmoni cominciano a ripulirsi dal muco e dai depositi lasciati dal fumo
  • Dopo 2 giorni:
    L’organismo si è liberato dalla nicotina e ricomincia a recuperare gusto e olfatto
  • Dopo 3 giorni:
    Si comincia a respirare meglio e si recupera energia
  • Dopo 2-12 settimane:
    La circolazione del sangue migliora
  • Dopo 3-9 mesi:
    Il miglioramento nella respirazione si fa più marcato; tosse e sibili si riducono
  • Dopo 1 anno:
    Il rischio cardiovascolare si è dimezzato rispetto a quello di chi continua a fumare
  • Dopo 10 anni:
    Il rischio di tumore del polmone in molti casi è tornato pari a quello di chi non ha mai fumato o comunque è dimezzato (dipende da molti fattori, tra cui il numero di sigarette fumate e gli anni in cui si è fumato)
Sintomi da astinenza

Oltre al forte desiderio di fumare è normale sentirsi inquieti, irritabili, depressi o stanchi; molti fanno fatica a dormire o a rimanere concentrati su qualcosa.

In questa fase bisogna aiutarsi con i prodotti sostitutivi della nicotina o con i farmaci prescritti dal medico ed è bene rimanere concentrati sul perchè abbiamo deciso di percorrere la strada dell’abbandono del fumo senza lasciarci tentare.

È bene prepararsi a questi momenti dedicandosi anche con semplici passeggiate o confidandosi con qualcuno.

L’aumento di peso

Per evitare di spostare sul cibo il desiderio di gratificazione prima saziato dalle sigarette bisogna iniziare anche ad avere una dieta equilibrata con prodotti ipocalorici e tanta frutta e verdura, il tutto accompagnato da esercizio fisico costante e regolare, che oltre al beneficio salutare, eviterà di far cascarci sul pensiero di accendersi una sigaretta ( Leggi anche Come dimagrire velocemente: ecco i prodotti e i rimedi naturali )

I nostri consigli

Numerosi lettori ci hanno consigliato di provare un nuovo prodotto tutto al naturale che è recentemente arrivato sul mercato.
Dopo essere esploso sul web, numerosi acquirenti hanno lasciato commenti positivi su Facebook e recensioni ottime su internet.

Abbiamo deciso così di provarlo!

Si chiama Nicoin.

NICOIN

Nicoin è uno spray per smettere di fumare arrivato solo recentemente in Italia.

Questo spray è stato concepito in laboratori specializzati nella ricerca di prodotti contro il fumo proprio per aiutare le persone a eliminiare questo terribile vizio e a liberarsi dalla dipendenza da nicotina.

Nicoin, a differenza di altri rimedi contro il fumo come cerotti, compresse e altri spray, agisce efficacemente sulla dipendenza da nicotina.

Blocca i ricettori della nicotina altrimenti sarebbe davvero molto difficile riuscire a smettere poiché il fisico continuerà a chiedere l’assunzione di nicotina perché ormai ne è assuefatto.

Sono davvero rari i casi di persone che sono riuscite a smettere di fumare senza l’aiuto di un prodotto specifico o di qualcuno.

Nicoin aiuta a non sentire il bisogno di fumare, per questo è così famoso per la sua efficacia.

Nicoin inoltre agisce riducendo lo stress causato dall’abbandono delle sigarette e aiuta anche a non sentire quel angosciante senso di fame che porta la maggioranza dei fumatori ad ingrassare non appena provino a smettere di fumare.

Come funziona Nicoin?

Con a Nicoin è possibile smettere di fumare in 21 giorni e la sua efficacia è comprovata da diversi testi clinici.

I risultati dei test scientifici dimostrano che la maggior parte dei soggetti, che si sono sottoposti alle prove, avevano in precedenza provato a smettere di fumare ma senza successo.

I partecipanti sono stati suddivisi in due gruppi, ad uno è stato somministrato Nicoin, all’altro un placebo.

Il 98% dei partecipanti che ha utilizzato lo spray Nicoin ha ridotto notevolmente il numero di sigarette fumate nei primi 2-4 giorni di trattamento e nel complesso i soggetti hanno notato un miglioramento del proprio benessere sia fisico che mentale.

Dopo 3-4 settimane i soggetti hanno notato una scomparsa del desiderio di fumare.

Il secondo gruppo, è riuscito a smettere di fumare solo il 15% dei partecipanti.

Secondo i risultati del test, l’80% dei soggetti ha ricominciato a fumare nel giro di due mesi.

Nicoin funziona ed è adatto a soggetti di ogni età perché è composto da ingredienti naturali e da principi attivi biologici.

Possiamo quindi dire che Nicoin ha diversi effetti benefici tra i quali:

  • Aiuta a smettere di fumare
  • Elimina il desiderio di nicotina
  • Pulisce l’organismo da catrame e nicotina
  • Evita di far accumulare peso
  • Tranquillizza i nervi e riduce lo stress
Come si usa Nicoin?

Utilizzare Nicoin è facilissimo, basta spruzzare 1 o 2 volte nella cavità orale quando si sente il bisogno di fumare o per esempio quando eravamo abituati a fumare per abitudine come quando bevevamo il caffè.

La maggior parte dei fumatori in genere necessita di 1 o 2 spruzzi ogni 40/60 minuti.

Non superare la dose massima di 1-2 spruzzi alla volta.

Si consiglia inoltre di ridurre gradualmente il numero di spruzzi fino a smettere di utilizzare il prodotto quando non avremmo più il bisogno di fumare.

L’opinione dell’esperto

Abbiamo chiesto ad un esperto cosa ne pensa di Nicoin e se è un prodotto efficace. Ecco cosa ci ha detto:

“Il fumo è una dipendenza pericolosa. I fumatori si avvelenano ogni giorno, e non si accorgono del danno che fanno a se stessi, questi si vedono solo col tempo. Le scritte sui pacchetti e le pubblicità negative non hanno alcun effetto contro i fumatori.

L’unico modo per smettere di fumare è liberarsi di colpo dalla dipendenza, ma secondo la mia esperienza solo uno su venti riesce a faro con la forza di volontà.
purtroppo , il corpo umano è molto debole a questo tipo di dipendenza, quindi risulta molto complicato liberarsi da questo tipo di dipendenza specifica. A questo aggiungete lo stress continuo e il nervosismo.

proprio per questo raccomando ai miei clienti lo spray Nicoin. A mia volta ho raccomandato questo spray a mia moglie e mia figlia, quando le ho fatte smettere. Il miracolo di Nicoin consiste nel fatto che tranquillizza dolcemente il sistema nervoso mentre ci si allontana dalla nicotina. Una persona che utilizza Nicoin, sarò tranquilla e soddisfatta dalla vita. Già dopo il primo mese l’organismo non sente il più minimo bisogno di fumare, sia a livello psicologico che fisico.

Inoltre non va dimenticato che si risparmia. Una persona che smette di fumare non solo si garantisce la salute, ma riduce in maniera incredibile le spese, fate due calcoli su quanto vi costa un pacchetto al giorno.”

Le opinioni degli acquirenti

Mattia, 37 anni: “Ho smesso di fumare perché me lo ha chiesto mia moglie quando è rimasta incinta. Non voleva che il bambino crescesse con un papà che puzzava come un posacenere! Quando ho provato a smettere la prima volta ho fatto molta fatica nonostante usassi i cerotti apposta che però purtroppo non mi aiutavano così ho deciso di cambiare metodo. Ho scelto Nicoin perché è uno spray ed è comodo da usare. Oggi posso affermare di essere felice della mia scelta perché grazie a Nicoin ho smesso di fumare e mi sento molto meglio. Lo consiglio a tutti!”.

Elena 56 anni: “Ho fumato per 30 anni senza mai pensare di smettere poi però ho dovuto fare i conti con un problema di salute che il fumo aggravava di molto perciò ho dovuto smettere da un giorno all’altro. Per farlo mi hanno consigliato Nicoin. Mio figlio l’ha acquistato online e ho cominciato ad usarlo subito. All’inizio ero scettica perché pensavo che per una fumatrice incallita come me non ci fosse rimedio ma mi sbagliavo. Nicoin funziona perché non fa sentire la voglia di fumare, è davvero incredibile!”.

Pierluigi, 25 anni: “Io ho iniziato a fumare a 13 anni, e sinceramente dopo tutto questo tempo questa abitudine mi ha stancato. Ho provato a smettere di fumare ogni mese, ma ogni volta mi aspettava una sconfitta. Mi bastava fare due sorsi di birra, e correvo a comprarmi un bel pacchetto. Ero talmente stanco di questa storia che ho inziato a cercare ogni soluzione possibile. Fortunatamente un amico mi ha regalato lo spray Nicoin.Semplicemente me lo spruzzavo ogni volta che avevo voglia di fumare, finché finalmente un giorno mi sono svegliato senza più averne il desiderio. Che bello sentirsi nuovamente giovane e forte”.

Maria, 30 anni: “Mi ha costretto a smettere di fumare mio marito quando sono rimasta in cinta. E anche io non è che avessi voglia di avvelenare il bambino, ma non ci sono riuscita. Una parente mi ha dato il link a questo negozio on line, mi ha detto di ordinarmi Nicoin. A lungo mi sono rifiutata, ma alla fine costa meno che fumare due settimane. Come ha funzionato? Ad essere sinceri una bomba: ti spruzzi lo spray in bocca e passa la voglia di fumare. E già un mese e mezzo che non ho alcuna voglia di fumare, come se non avessi mai fumato. Mio marito è contentissimo!”

Come ordinare Nicoin

Vi dico subito che Nicoin non si trova in farmacia.

Questo perché è un prodotto esclusivo disponibile solo sul sito ufficiale del produttore, ma ricevere Nicoin è semplicissimo.

Basterà compilare con i propri dati il modulo ufficiale d’ordine che troverete nel suo sito ufficiale e attendere l’arrivo del corriere a casa propria.

Il pagamento verrà effettuato solamente all’arrivo della merce a casa propria, ove pagheremo il corriere in contrassegno in totale sicurezza!

Conclusione

Detto questo è ora di rimboccarsi le maniche e iniziare la nostra guerra al fumo di sigaretta per noi ma soprattutto per i nostri cari.

Riflettete.

Condividi l'articolo:

avatar
wpDiscuz