Problemi di udito: sintomi, cause e rimedi naturali

I problemi all’udito sono un disturbo piuttosto comune nelle persone anziane, circa una persona su tre oltre l’età di 65 anni soffre infatti di questo disturbo.

Oggi si può eliminare i problemi di udito con l’aiuto di apparecchi acustici, diventati più piccoli e invisibili grazie alle nuove tecnologie.

Questa sintesi di riferimento vi aiuterà a capire meglio l’ipoacusia (perdita dell’udito).

Anatomia dell’orecchio

Le nostre orecchie sono organi molto specializzati che ci permettono ti sentire e di mantenere l’equilibrio.

 

E’ diviso in 3 parti:

  1. L’orecchio esterno ovvero il padiglione ed il canale auricolare, che porta verso il timpano;
  2. Gli ossicini che lo compongono;
  3. Orecchio interno.

Il padiglione auricolare funziona come una parabola satellitare che raccoglie le onde sonore (suoni), che sono vibrazioni nell’aria.

Le onde sonore entrano attraverso il canale auricolare e arrivano al timpano, questo vibra e fa vibrare a sua volta i tre piccoli ossicini dell’orecchio medio, quindi invia la vibrazione verso l’orecchio interno.

Queste vibrazioni verranno inviate conseguentemente alla Coclea che trasforma il tutto in segnali elettrici comprensibili poi al cervello.

Un’altra parte dell’orecchio interno è responsabile anche dell’equilibrio, questo spiega perché a volte i problemi all’udito e i problemi di equilibrio si verificano spesso e volentieri insieme.

>>Trova tutti i migliori impianti di amplificazione cliccando qui<<

Le cause del disturbo

Le cause della perdita di udito sono varie:

  • Neuromi acustici, tumori dell’orecchio;
  • Gli ossicini nell’orecchio medio possono irrigidirsi e smettere di vibrare correttamente;
  • Il cerume può ostruire il canale auricolare e causare un’infezione provocando l’irrigidimento degli ossicini e la conseguente perdita dell’udito;
  • L’esposizione prolungata a rumori alti;
  • In alcuni casi il timpano può strapparsi e non può inviare correttamente le vibrazioni all’orecchio interno come farebbe un timpano sano;
  • Alcune forme di ipoacusia o di sordità sono correlate a danni cerebrali. Quando la parte del cervello che comprende i suoni viene danneggiata, ne risulta una perdita di udito.
  • Le cause più comuni di ipoacusia o di sordità sono dovute al processo di invecchiamento che solitamente inizia nella prima età adulta e diventa più evidente dopo i 50 anni d’età. Gli uomini ne sono di solito più affetti delle donne. ( Leggi anche Eliminare le rughe in maniera naturale: alimenti e migliori creme antirughe )

I sintomi del problema

Il sintomo è ovviamente quello di non sentire più bene cosa viene detto; il suono può essere attutito o ovattato senza più riuscire a capire la differenza tra i suoni.

Se l’ipoacusia è dovuta a ripetute infezioni o perforazioni della membrana del timpano, un sintomo molto comune è quello del mal d’orecchio che può portare alla fuoriuscita di pus o sangue.

Cura e terapia

Per trattare la perdita di udito ci sono molte soluzioni infatti le infezioni possono essere trattate con antibiotici, le membrane timpaniche perforate e la rigidità degli ossicini possono essere riparati con la chirurgia mentre i condotti uditivi otturati possono essere ripuliti.

Vi sono anche gli eccezionali apparecchi acustici di nuova generazione che possono servire a rendere i suoni più alti e a isolare i rumori di sotto fondo rimanendo del tutto invisibili all’occhio.

>>Trova tutti i migliori impianti di amplificazione cliccando qui<<

Condividi l'articolo:

avatar
wpDiscuz